Analisi strutturale per la protezzione delle greggi

Il lupo è tornato da 12 anni in Ticino. Questo ha portato danni e creato incertezza tra agricoltori Ticino. Diverse indagini sono state condotte, tra cui un primo studio condotto da Agridea 2004 "Allevamento ovi-caprino e ritorno del lupo in Canton Ticino." Nel 2014 le nuove basi legali entrano in vigore con l'ordinanza sui pagamenti diretti e l'ordinanza federale sulla caccia.

 

In questo nuovo contesto, il Ticino ha deciso di condurre uno studio partecipativo approfondito finalizzato a fornire delle risposte alle domande poste dal ritorno dei grandi predatori, in particolare per quanto riguarda il bestiame minuto. L'UFAM, l’Ufficio della caccia e della pesca (UCP) e la Sezione dell’Agricoltura (SA) hanno sostenuto il progetto sia sul piano strategico (tramite un gruppo di accompagnamento espressamente costituito) sia sul piano finanziario.

I principali quesiti sui quali si è concentrato il lavoro sono i seguenti:

Quali misure di prevenzione possono essere applicate a medio e lungo termine nei vari tipi di azienda agricola ?

Per quali tipi  non è applicabile o sostenibile la messa in opera di misure protezione ?

Quali adeguamenti sono appropriati e necessari per fare fronte all'evoluzione attesa dei rischi?

Quali condizioni quadro devono essere soddisfatte per consentire la convivenza dell’allevamento dei piccoli ruminanti con i grandi predatori ?

Quali iniziative sono necessarie a livello dei comuni e delle aziende agricole per ridurre al minimo i conflitti nella gestione della presenza di grandi predatori?

La relazione finale e la sintesi possono essere scaricati da questa pagina nella sezione “download”. La documentazione completa è disponibile presso Agridea e gli uffici cantonali e federali sopracitati.